Radioautismo.org
Benvenuto
Login

Dr Kenneth Stoller, MD: il mercurio, ancora presente nei vaccini, è causa di autismo

In primo piano
Loading...

Grazie! Condividilo con i tuoi amici!

URL

Non hai gradito questo video. Grazie per il feedback!

Ci dispiace, solo gli utenti registrati possono creare le playlists.
URL


Aggiunto da Admin in reazioni avverse ai vaccini
1,383 Visioni

Descrizione

Il mercurio, che è la seconda
sostanza naturale più tossica per l'uomo

e 500 volte più tossica del piombo,
si trova nel conservante Thimerosal

che è ancora presente
nella maggior parte dei vaccini influenzali.

Questa è una forma letale
di un composto organico

chiamato etilmercurio,
che viene assorbito velocemente

dalle cellule e dal cervello.

 

I vaccini che contengono solo 'tracce'
di Thimerosal, dovrebbero contenere

meno di 1mcg di mercurio,
cioè

2000 parti per miliardo

e questo può sembrare poco, ma occorre
capire quanto sia dannoso il mercurio.

 

2 parti per miliardo di mercurio è
il limite massimo stabilito

per l'acqua potabile da parte
dell'Agenzia della Protezione Ambientale.

 

20 parti per miliardo di mercurio possono
distruggere la membrana dei nervi.

 

Se ci sono 200 parti per miliardo
di mercurio in un liquido,

l'Agenzia per la Protezione Ambientale
lo classifica come 'rifiuto pericoloso'.

 

Negli USA dal 1991 al 2001 il vaccino
multidose contro l'Epatite B

dato alla nascita, conteneva
25.000 parti per miliardo di mercurio.

 

E c'erano 50.000 parti per miliardo
di mercurio nel vaccino multidose DTP

e il vaccino contro
l'Haemophilus influenzae di tipo b (Hib)

dato ai bambini 8 volte ciascuno
negli anni '90.

 

Queste fiale multidosi tossiche
continuano a essere usate

con l'approvazione e l'incoraggiamento
dell'OMS in diversi paesi nel mondo.

 

Per anni, il Reparto per le Malattie
Infettive presso la CDC

ha detto che l'incredibile
aumento di autismo

è dovuto a un miglioramento
nella diagnosi

e una maggior consapevolezza.

 

La CDC ha incoraggiato associazioni come
l'Accademia Pediatrica a creare incertezza

pubblicando articoli che non sono
del tutto veri.

L'Accademia Pediatrica finge di
proteggere i bambini,

e invece sta al gioco della CDC,
forse incoraggiata dalle case farmaceutiche,

che contribuiscono in modo significativo
al suo bilancio annuale...

Posta un commento

Commenti

Commenta per primo questo video.
RSS