Categorie


Metalli pesanti


Stress ossidativo


Perfusione Cerebrale


ca++ ed autismo


Neurotossicita'


Disbiosi Gastrointestinale

AUTOIMMUNITA' AUTISTICA SNC

AUTOIMMUNITA' AUTISTICA SNC (16)

CORRELAZIONI FRA VACCINAZIONI E CAUSE AMBIENTALI PER LA PRODUZIONE ANTICORPALE NEI CONFRONTI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE

Causa-effetto tra le cellule del sistema immunitario e la malattia mentale

 

Si sa manco un premio Nobel come Mario Capecchi premio nobel per la medicina nel2007 riesce a smuovere le acque della ricerca

Secondo lo scienziato grossa parte delle patologie e disordini psichiatrici sono dovute ad alterazione delle cellule Microglia nel cervello

Guarda caso numerosi studi sull'autismo dimostrano la stessa cosa ( vargas 2005; Pardo 2005 ed altri )

Un altro caso?

 

qui il link originale

http://www.unews.utah.edu/old/p/022210-3.html

in allegato l'articolo in originale se lotolgono dal sito ufficiale


Si sa in certi argomenti di natura medica la "verità" è nascosta da interessi economici molte volte colossali. Quando però sull'argomento autismo ritroviamo ricerche che sull'autismo non hanno nulla a che fare ma che sostengono le tesi di altri studi più specifici...beh siamo di fronte a ricercatori che da basi di partenza diversa giungono allo stesso risultato.


La verità si conquista dunque..perchè non è controllabile incrociando i dati

 

Detto questo nel 2002 il neuroimmunologo Singh provò la estrema correlazione fra virus del morbillo e anticorpi anti-MBP ( Myelin Basic Protein )

Il dr. Vijendra K. Singh, neuroimmunologo,  già in questa ricerca del 2002 metteva in correlazione la presenza di anticorpi specifici contro MMR

Gli anticorpi erano presenti per una particolare proteina, 73–75 kD of MMR che identifica la proteina esterna del virus del Morbillo

Tali valori erano alti su un gruppo di bambini autistici ( nr. 125 ) dei quali il 60% erano positivi alla presenza di detti anticorpi

Questi anticorpi erano assenti nel gruppo di controllo ( nr. 92 )

Del 65% di bambini autistici oltre il 90%avevano anche anticorpi specifici verso la Proteina Basica della Mielina (MBP )

Esiste quindi una forte correlazione fra MMR ed Autismo?

lo Studio lo potete trovate negli allegati al seguente articolo

Abnormal Measles Serology and Autoimmunity in Autistic Children, " Journal of Allergy and Clinical Immunology , vol. 109, no. 1, S232, January 2002 

https://www.infoautismo.it/autismo.in/portale/index.php/autoimmunita/altre-categorie/autoimmunita-snc/item/188-relazione-vaccino-mmr-ed-autoimmunita-snc


Come mai non vengono stranamente effettuate ricerche del genere?

Perchè si continua a fare ricerca su una presunta causa genetica? forse perchè è un vicolo cieco senza uscita?

In una ricerca molto più approfondita del 2009 sempre il dr. Singh mette in evidenza altre risposte autoimmunitarie ma principalmente relative agli anticorpi anti-MBP che rappresentano la percentuale maggiore nei soggetti autistici

Qui lo studio


https://www.infoautismo.it/autismo.in/portale/index.php/autoimmunita/altre-categorie/autoimmunita-snc/item/276-correlazione-fra-virus-del-morbillo-e-anticorpi-anti-mbp-nell-autismo

In questo studio del 2012 si tracciano le maggiori malattie autoimmuni relativamente a consolidati meccanismi di autoimmunità secondari a mimicità molecolare di alcuni virus e batteri

Nell'artcolo "Molecular Mimicry as a Mechanism of autoimmune desease" gli autori descrivono i meccanismi immunitari di base e le cause che generano un attacco autoimmunitario a carico di organi del corpo e vari tessuti a seconda di una specifica sequenza di peptidi similare a virus e batteri che  sono strutturalmente similari a tessuti ed organi del corpo umano.

In pratica da insulti esterni virus, batteri, xenobotics si provoca una risposta immunitaria nei confronti di questi virus e batteri che hanno struttura molecolare simile ad organi e tessuti cosicchè il sistema immunitario oltra ad attaccare i patogeni riconosce come tali anche cellule host provocandono la morte. Questo il concetto di encefalopatia autistica

 Nella tabella 1 allegata all'articolo trovo che

In questa tabella troviamo che il  virus di Epstein-Barr o Human herpesvirus 4, quello del MORBILLO e dell’Herpesvirus umano 6 possono scatenare per mimicità molecolare una risposta autoimmunitaria contro la mielina

Guarda caso la stessa cosa che Singh con le sue ricerche diceva nel ben lontano 2002

Ora se il virus del morbillo è implicato molto fortemente in questo meccanismo di autoimmunità contro la mielina....senza infezione spontanea da virus selvaggio...questi bambini dove avrebbero contratto il virus del morbillo senza segni clinici della malattia?

Come il virus del morbillo infetta intestino organi interni e cervello di questi bambini? Qual è la causa di questa infezione in mancanza di sviluppo normale della malattia?

COME POTETE OSSERVARE UNO STUDIO NON SULL'AUTISMO DIVENTA UN SUBSTRATO SCIENTIFICO NEL QUALE LE RICERCHE DI SINGH, PERALTRO mai smentite da nessuno, vengono assolutamente convalidate.

a voi i commenti del caso e come sempre in allegato questa ricerca scientifica

 

 

 

 

Già nel lontano 2002 il prof. Singh pubblico uno studio su questa "strana" correlazione

lo potete trovare qui

https://www.infoautismo.it/autismo.in/portale/index.php/autoimmunita/altre-categorie/autoimmunita-snc/item/188-relazione-vaccino-mmr-ed-autoimmunita-snc

In questo nuovo studio il prof Singh rivisita quella ricerca e la arricchisce con nuovi dati

Si inizia con questa ipotesi etiologica dell'autoimmunita nell'autismo definita come Autoimmune Autistic Disorder ( AAD )

 

L'ipotesi è che un insulto esterno ( virus ) possa alterare il funzionamento del sistema immunitario e originare una risposta autoimmunitaria a carico del sistema nervoso centrale

 

L'ipotesi è schematizzata nel NAI ( neuroautoimmunity model )

 

In questo modello si nota che l' IFN-y una citochina infiammatoria presente al di la del valore soglia che ha la capacità di aumentare la permeabilità della barriera emato encefalica e quindi senza filtro nel cervello sono veicolati antigeni di vario tipo che genererebbero una risposta autoimmunitaria nell'autismo.

Nel grafico sottostante vengo analizzati tutti i maggiori autoanticorpi  a carico del SNC con questi risultati

 

E' evidente nel confronto tra bambini autistici e del gruppo di controllo che il valore  degli anticorpi anti-MBP  è quello più elevato.

Patologicamente la percentuale di positività di questo indice nei bambini autistici si aggira tra il 70% - 90% un valore molto alto.

Questo indice molto elevato è messo da questo studioso in correlazione con con il virus del morbillo

 

L'autore continua analizzando i livelli di anticorpi nel siero rispetto a 6 virus confrontando i risultati fra bambini autistici e gruppo di controllo

Risultato finale? Solo gli anticorpi al virus del morbillo hanno una rilevanza statistica

L'autore sostiene che la correlazione fra iperimmunizzazione nell'autismo verso il virus del morbillo e anticorpi anti-MBP ( proteina basica della mielina ) raggiunge o supera il 90% un valore altissimo.

Egli ritiene per questa ragione che questa sia una evidenza scientifica tra il virus del morbillo e l'autoimmunità nell'autismo.

L'autore ha studiato  anche i livelli di anticorpi verso i vari vaccini MMR, DPT, DT, HEP-B TRA BAMBINI AUTISTICI E NEL GRUPPO DI CONTROLLO

Anche stavolta il valore maggiormente rilevante è a carico del MMR. Sarà ancora n caso?

INoltre l'autore fa una approfondita analisi della iperimmunizzazione nei riguardi del MMR

Infatti la risposta anticorpale verso l'MMR è riferibile ad una proteina con peso molecolare di 78,000 che è la subunità della proteina agglutinante del morbillo ( HA )

 

Inoltre la presenza di anticorpi anti-MBP sia nel sangue che nel liquor cerebrospinale è indice di reazione autoimmune anche nel cervello dei bambini autistici

 

Singh afferma in questo studio che la correlazione fra fra iperimmunizzazione al MMR e anticorpi anti-MBP raggiiunge la una correlazione elevatissima circa superiore al 90%


 

Inoltre l'autore affronta lo spinoso problema del mercurio e della sua associazione con l'autismo.

Secondo l'autore l'esposizione al mercurio non da orgine ad autoimmunità, ma l'autore non esclude che l'esposizione al mercurio possa causare problematiche mitocondriali e stress ossidativo.

 

Sing parla anche di notevoli similitudina fra infezione da morbillo ed autismo


l'analisi delle citochine infiammatorie nell'autismo rispetto al gruppo dicontrollo evidenzia varianze degne di nota per IL-2, IL-12, IFN-y

Queste citochine sono conosciute come induttori di malattie autoimmuni

nell'ultima parte dello studio si citano tutti i vari test che è possibile fare e gli eventuali interventi immunomodulanti ( pag 158-160 )

 

 

 

In questo studio il dr. Aristo VOJDANI mette in correlazione nei bambini autistici gli anticorpi anti gliadina, una proteina del glutine, con gli anticorpi a carico dei neuroni del cervelletto

a pag. 152 gli autori scrivono

This molecular mimicry between gliadin and cerebellar peptide may be a mechanism by which dietary peptides induce autoimmunity in autism."

In sostanza come la presenza di recettori dei folati nel latte vaccino hanno mimicità molecolare con i recettori nel SNC dei recettori per i folati, così come macromolecole non digerite di gliadina ( antigene ) passando attraverso l'intestino ( permeabilità intestinale ) possono scatenare per mimicità molecolare una reazione autoimmune contro i neuroni del cervelletto

Sarà un caso ma vargas nei suoi studi sulle biopsie di cervelli di soggetti autistici morti per altre cause ha riscontrato un degenerazione proprio a carico delle cellule del cervelletto.

https://www.infoautismo.it/autismo.in/portale/index.php/autoimmunita/altre-categorie/autoimmunita-snc/item/247-attivazione-della-neuroglia-e-neuroinfiammazione-nel-cervello-di-pazienti-con-autismo

 

in allegato lo studio

In questo studio a pag. 5 si mette in evidenza la mimicità molecolare fra i recettori dei folati nel sistema nervoso centrale ( folate receptor alpha )
 e quelli contenuti nel LATTE BOVINO (1-3  μg/mL FRα).

In pazienti autistici dove è conclamata una rilevante permeabilità intestinale questi recettori in circolo sarebbero riconosciuti come antigeni e ciò provocherebbe una reazione a catena con risposta autimmune contro i recettori dei folati alpha cerebrali.

Il folati sono importanti nel processo di metilazione e nella detossificazione e sintetizzazione del glutatione, il più importante antiossidante del corpo umano.

fonte: http://orbi.ulg.ac.be/bitstream/2268/140487/1/The%20diagnostic%20utility%20of%20folate%20receptor%20autoantibodies%20in%20blood.pdf

In questo recente studio si mette in risalto la presenza di anticorpi anti-recettori dei folati nel sistema nervoso centrale.

I ricercatori hanno dimostrato che una supplementazione di acido folinico possa milgiorare la performance dei pazienti affetti da ASD.

In 93 bambini la prevalenza di anticorpi anti-recettori dei folati era molto alta ( 75,3% ).

Nello studio non si fa menione del perchè vi siano anticorpi contro i recettori dei folati nel sistema nervoso centrale

fonte:  http://www.nature.com/mp/journal/v18/n3/pdf/mp2011175a.pdf

 

Mercoledì, 28 Maggio 2014 02:01

Mimicità molecolare nelle Malattie pediatriche

Scritto da

Molecular Mimicry in Pediatric Diseases

In quest'articolo del dr. Jared M. Skowron, ND , con a corredo una estesa bibliografia, si fa cenno ancora una volta alla mimicità molecolare fra mycobacterium, morbillo e MBP

"Research has shown that anti-MBP cross-reacts with human herpesvirus 6, heat shock protein (HSP) 65 of Mycobacterium paratuberculosis,

( Recombinant Mycobacterium Tuberculosis HSP65 is produced in E.coli and has a Mw of 57.4 kDa. The HSP65 protein is fused to His-Tag at N-Terminus and purified by stabdard chromatography techniques. )

http://www.prospecbio.com/HSP65_Mycobacterium_10_81/

and measles hemagglutinin antigen of measles-mumps-rubella (MMR) vaccine. At least 7 different viruses having matching epitopes to anti-MBP antibody cross-react with gluten"

In breve gli anticorpi anti-MBP reagiscono attraverso herpesvirus 6, la proteina HSP del Mycobacterium, l'antigene coagulante del morbillo del vaccino MMR

Al lettore " attento" le considerazioni del caso

clicca su leggi tutto per scaricae l'articolo e la bibbliografia

Molecular Mimicry Between Mycobacterial Antigens And Host Myelin Basic Protein

In questo studio si dimostra come vi sia mimicità ( simlitudine) fra gli antigeni del Mycobacterium e l' MBP

Gia il prof. Singh nel 2001 evidenziò che nei bambini autistici vi erano anticorpi anti-MBP e che questa  era simile alla proteina esterna del virus del morbillo

Il dr. Vijendra K. Singh, neuroimmunologo,  metteva in correlazione la presenza di anticorpi specifici contro MMR

Gli anticorpi erano presenti per una particolare proteina, 73–75 kD of MMR che identifica la proteina esterna del virus del Morbillo

Tali valori erano alti su un gruppo di bambini autistici ( nr. 125 ) dei quali il 60% erano positivi alla presenza di detti anticorpi

Questi anticorpi erano assenti nel gruppo di controllo ( nr. 92 )

Del 65% di bambini autistici oltre il 90%avevano anche anticorpi specifici verso la Proteina Basica della Mielina (MBP )

Esiste quindi una forte correlazione fra MMR ed Autismo?

Esiste quindi la possibilità che sequenze di amminoacidi possano  "fuorviare" il sistema immunitario portando a riconoscere come non-self la prteina basica della mielina?

In allegato cliccando su leggi tutto sono indicati le profilassi contro il mycobacterium negli allevamenti bovini


Come mai non vengono stranamente effettuate ricerche del genere?

Perchè si continua a fare ricerca su una presunta causa genetica? forse perchè è un vicolo cieco senza uscita?

leggi l'articolo clicca qui



L encefalopatia nel disturbo autistico è una verità oramai conclamata e dimostrata da innumerevoli studi.
Le regressioni di questi pazienti sono dovute essenzialmente da reazioni  " a cascata" che generano l'attivazione della microglia ed astrociti con conseguente apoptosi neuronale ( morte di neuroni ).

In allegato lo studio che potete scaricare cliccando al solito su " leggi tutto "

Evidence of neurodegeneration in autism spectrum disorder

Abstract
Autism spectrum disorder (ASD) is a neurological disorder in which a significant number of children experience a
developmental regression characterized by a loss of previously-acquired skills and abilities. Loss of neurological function
in ASD, as observed in affected children who have regressed, can be explained as neurodegeneration. Although there
is research evidence of neurodegeneration or progressive encephalopathy in ASD, the issue of neurodegeneration in
ASD is still under debate. Evidence of neurodegeneration in the brain in ASD includes: (1) neuronal cell loss, (2)
activated microglia and astrocytes, (3) proinflammatory cytokines, (4) oxidative stress, and (5) elevated 8-oxo-guanosine
levels. The evidence from this review suggests that neurodegeneration underlies the loss of neurological function in
children with ASD who have experienced regression and loss of previously acquired skills and abilities, and that
research into treatments to address the issue of neurodegeneration in ASD are warranted.

Fonte:

http://www.translationalneurodegeneration.com/content/2/1/17

 

 

In questo studio Vargas ed altri hanno studiato mediante immunocitochimica le rezioni infiammatorie all'interno di tessuti cerebrali di 11 bambini autistici morti per altre cause.
In questa ricerca si è dimostrato che nel tessuto cerebrale, di varie zone del cervello, vi è attivazione di microglia e astroglia con produzione di citochine infiammatorie ( macrophage chemoattractant protein (MCP)–1 and tumor growth factor–1)

La neuroinfiammazione provoca gradualmente la morte neuronale con tutte le conseguenze che potete immaginare

Ann Neurol 2005;57:67– 81

clicca su leggi tutto per scaricare la ricerca in allegato

Pagina 1 di 2
Claim betting bonus with GBETTING
Enable