Stampa questa pagina
Venerdì, 06 Marzo 2015 17:52

Presenza del virus del morbillo nel cervello ed in altri tessuti umani autoptici

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

 

IN QUESTO STUDIO IL DR. KATAYAMA ANALIZZA I TESSUTI PRELEVATI ATTRAVERSO AUTOPSIE DI PERSONE MORTE PER CAUSE ACCIDENTALI, CARDIOPATIE ETC.

ATTRAVERSO RT-PCR SI è SCOPERTO CHE IL 45,1% DI QUESTE PERSONE RICULTAVANO POSITIVE PER LA PRESENZA DEL VIRUS DEL MORBILLO.

I TESSUTI PRELEVATI ERANO QUELLI RELATIVI AI SEGUENTI ORGANI: CERVELLO, RENI, MILZA, FEGATO E POLMONI.

L'ORGANO CON LA MAGGIOR PRESENZA DI MORBILLO E' IL CERVELLO SEGUITO DAI POLMONI, FEGATO, MILZA E RENI

 

 

GLI AUTORI SOTTOLINEANO LA PRESENZA DI VIRUS MUTATO E CORRELANO QUESTE MUTAZIONI A PERSISTENZA SSTEMICA IN SOGGETTI SENZA SINTOMI PARTICOLARI

MA QUESTO NON SIGNIFICA CHE UNA MUTAZIONE POSSA PORTARE ALLA NASCITA DI PATOLOGIE CRONICHE ED AUTOIMMUNI COME GLI STESSI AUTORI ASSOCIANO ALLA PRESENZA DEL VIRUS DEL MORBILLO.

PER CUI.... LA PRESENZA DEL VIRUS DEL MORBILLO PER UN PERIODO ABBASTANZA LUNGO DELLA VITA DI UN SOGGETTO APPARENTEMENTE SENZA SEGNI CLINICI POTREBBE CAUSARE DANNI ANCHE RILEVANTI ALLA SALUTE UMANA.

 

Letto 1564 volte
Salvatore Morelli

web designerweb mastermultimedia editorgraphic designerdigital video masterstreaming producerprogettista ed amministratore piattaforme FADelearning content editoraudio content editorDigital Video Streaming-Editor ed infine logopedista

Ultimi da Salvatore Morelli

Devi effettuare il login per inviare commenti
Enable